• it
    • en

Progetto POL-TP. Quantificazione delle frazioni fenoliche dei Vini da uve Sangiovese

Sviluppo e sperimentazione di metodi analitici funzionali alla quantificazione delle frazioni polifenoliche rilevanti nel determinare l’aumento del livello qualitativo dei vini toscani. Conseguente sperimentazione e messa a punto di protocolli operativi – di vigna e di cantina –finalizzati all’esaltazione dei parametri individuati.

IDEA e CONTESTO del PROGETTO:

La messa a punto di un sistema di controllo analitico predittivo finalizzato ad un agile e concreto miglioramento della gestione delle frazioni fenoliche dei Vini prodotti da uve Sangiovese, era idea da tempo coltivata dalla Cantina Sociale Colli Fiorentini S.a.c., Questo in relazione ad una delle criticità spesso manifestate dal Sangiovese ed identificata nella mancanza di strumenti in grado di permettere la piena valorizzazione del naturale corredo fenolico del vitigno simbolo della Toscana. Con la conseguenza dell’impossibilità di pianificare in tempo reale strategie di lavorazione rispondenti agli obiettivi qualitativi richiesti dal mercato.

In tale contesto ha preso dunque corpo il pensiero della possibilità di una innovazione consistente in uno strumento atto a permettere una puntuale, ed anche veloce ed economica, conoscenza dell’evoluzione degli antociani liberi, dei tannini totali e dei tannini pigmentati. Con l’obiettivo di una implementazione destinata a supportare concretamente le scelte vendemmiali così come quelle di strategia circa l’ottimale gestione dei cicli di cantina.

Dalle ricerche svolte e dalle informazioni raccolte, è emerso come Isvea Srl, con sede in Poggibonsi Si, fosse in possesso di elementi funzionali ad un percorso volto allo scopo immaginato, avendo l’appena citata Azienda già conoscenza del “Tannin Portal ” , sistema analitico basato sulla spettroscopia abbinata alla chemiometria e sviluppato dall’ Australian Wine Research Institute di Adelaide al fine della quantificazione dei composti fenolici presenti nei vini australiani. Con un utilizzo già consolidato e di successo nell’ organizzazione dei cicli lavorativi di cantina e nella programmazione delle operazioni vendemmiali basate sull’apprezzamento della maturità fenolica delle uve.

 

Relazione Conclusiva POL-TP — SCARICA PDF

Share
Posted in news by isvea